Nocellara Del Belice

L’Oliva Nocellara Del Belice

L’Oliva da Tavola DOP Nocellara del Belice prende  il suo nome dalla omonima valle.


Uno dei suoi grandi pregi è quello di essere un’oliva a duplice attitudine: si può spremere e trasformare nello squisito olio extravergine d’oliva DOP Valle del Belice, oppure può essere gustata a tavola in tanti modi e occasioni.


Quando è raccolta nel mese di ottobre ha un bel colore verde e la polpa croccante. Le sue caratteristiche organolettiche la rendono a giudizio degli esperti una tra le più pregiate olive da tavola del mondo.


Può presentarsi in diverse dimensioni e di un bel colore verde intenso, che a maturità diventa rosso vinoso. La polpa è croccante e si distacca facilmente dal nocciolo. Il sapore è piacevolmente agrodolce, sapido con una sottile nota di amaro, che varia secondo il tipo di lavorazione.


La bontà non è l’unica qualità che rende così preziosa l’oliva. Otre al gusto eccellente, questo frutto possiede straordinarie virtù nutrizionali che favoriscono il benessere e la salute dell’organismo. Si può affermare con sicurezza che l’oliva è una delle più equilibrate e perfette combinazioni esistenti in natura tra fibre, vitamine, minerali e grassi.


L’olio che se ne estrae è particolarmente inteso dal gusto corposo, fruttato, con sentori di carciofo e di pomodoro.


Si tratta di un' oliva particolarmente grossa e gustosa, che si produce solo in provincia di Trapani, prevalentemente nel territorio compreso tra Castelvetrano, Partanna Campobello di Mazara, Poggioreale e Salaparuta.


È particolarmente consigliato per arrosti e contorni di verdure, sia crude che cotte.


È l'unico prodotto in Europa ad avere due D.O.P. per la stessa varietà: "Valle del Belìce" per l'olio (GUCE L. 273 del 21.08.04) e "Nocellara del Belìce" per l'oliva da mensa (GUCE L. 15 del 21.01.98).


L’ olio

Il raccolto (solo a mano)

Il frutto

Valle del Belice


La Sicilia, e in particolare la zona della Valle del Belice, hanno vissuto svariate colonizzazioni durante il susseguirsi dei secoli. Sul territorio si sono avvicendati Sicani, Elimi, Fenici, Greci e successivamente i Romani, i Normanni, gli Arabi e gli Spagnoli.

La ragione di queste dominazioni è molto semplice. Posta al centro del mediterraneo, per le sue ricchezze paesaggistiche e produttive, la Sicilia è sempre stata contesa dalle grandi potenze militari e politiche di ogni epoca. Tracce di tali insediamenti sono visibili tutt’oggi e costituiscono, insieme alle bellezze della natura e alla bontà dei prodotti tipici, un forte richiamo turistico.

Nella valle del Belice si possono ammirare gli imponenti resti dell’antica città di Selinunte, colonia Greca del VII secolo a.C, che rappresentò per lungo tempo un vero e proprio presidio strategico per quanto riguarda la produzione olearia e agroalimentare.  Ne sono chiara testimonianza, il rinvenimento delle antiche macine in pietra in prossimità dei templi, che risalgono al V secolo a.C.

L'utilizzo di questo prodotto come oliva da tavola si può datare agli inizi del '900, grazie all’impegno di alcuni olivicoltori della zona.

La Valle del Belice è un'area della provincia di Trapani rappresentata dai comuni di Castelvetrano (il comune maggiore), Campobello di Mazara, Gibellina, Santa Ninfa, Partanna, Poggioreale ed altri minori. Quest'area è accomunata dalla prevalenza, specie nei comuni di Castelvetrano e Campobello, della cultivar Nocellara del Belice, una cultivar a duplice attitudine, capace cioè di produrre sia olive da mensa che per olio.

Scopri le ricchezze del nostro territorio, la sua cultura, l’arte, e le bellezze che offre la nostra terra...

                                                                                                   Benvenuto... nella nostra Terra !!!


contattiaci:  info@nocellaradelbelice.it


L’ulivo

L’unica cultivar con     doppia D.O.P

La Valle del Belice

L’ olio

Tempio di Selinunte

Rocco delle Cave di Cusa

I Rocchi il tempio, il mare Mediterraneo ed il cielo

Spiaggia di Tre Fontane (TP)

Tramonto Torretta Granitola (TP)

Torretta Granitola (TP)

Selinunte  (TP)

Castelvetrano  (TP)

Torretta Granitola  (TP)